fbpx
developer
Hai assunto del personale specializzato in ricerca e sviluppo?
web
Hai acquistato strumentazioni o attrezzature a questo scopo?
research
Hai commissionato delle ricerche ad enti specializzati?
website
Hai investito in competenze tecniche relative a una invenzione?
Puoi accedere a

CREDITO D’IMPOSTA RICERCA, SVILUPPO, INNOVAZIONE E DESIGN

Un credito d’imposta, dal 6 al 45%, per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo, in attività di innovazione tecnologica e in attività di design e ideazione estetica effettuati nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019 (Riferimento normativo: L. 160/2019, commi 198 a 209, legge di Bilancio 2020)

CHI PUÒ BENEFICIARNE

L’agevolazione è destinata a tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali.

Sono escluse le imprese in stato di liquidazione volontaria, fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo senza continuità aziendale, altra procedura concorsuale. Sono inoltre escluse le imprese destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi del D.Lgs. 231/2001.

L'AGEVOLAZIONE

Sono previste aliquote diversificate in base agli ambiti delle attività di ricerca:
Attività di ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale in campo scientifico e tecnologico: credito d’imposta del 12% (limite massimo 3 mln di euro)
Attività di innovazione tecnologica finalizzate alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati: credito d’imposta del 6% (limite massimo 1,5 mln di euro); credito d’imposta del 10% (limite massimo 1,5 mln di euro) in caso di attività di innovazione tecnologica finalizzate al raggiungimento di un obiettivo di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0
Attività di design e ideazione estetica per la concezione e realizzazione dei nuovi prodotti e campionari nei settori tessile e della moda, calzaturiero, dell’occhialeria, orafo, del mobile e dell’arredo, della ceramica e altri individuati con decreto ministeriale: credito d’imposta del 6% (limite massimo 1,5 mln di euro)

COME UTILIZZARLO

Il credito si applica alle spese ammissibili sostenute nel periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019, ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione in tre quote annuali di pari importo a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello di maturazione.

RICERCA E SVILUPPO NEL MEZZOGIORNO


L’art.244 del decreto Rilancio ha ampliato la misura del credito d’imposta per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo nelle regioni del Mezzogiorno: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

La misura dell’incremento del credito d’imposta risulta così ripartita: - dal 12% al 25 % per le grandi imprese che occupano almeno 250 persone e con un fatturato annuo di almeno 50 milioni di euro o il cui totale di bilancio sia almeno pari a 43 milioni di euro
- dal 12% al 35% per le medie imprese che occupano almeno 50 persone e realizzano un fatturato annuo di almeno 10 milioni di euro
- dal 12% al 45% per le piccole imprese che occupano meno di 50 persone e con un fatturato annuo o totale di bilancio annuo non superiore a 10 milioni di euro

Vuoi avere più informazioni sulle agevolazioni?
Vuoi capire se puoi beneficiarne?
Vuoi un aiuto pratico?
Vorresti avere un’analisi gratuita?

COMPILA IL FORM
E RICEVI LA NOSTRA BROCHURE

I campi con asterisco (*) sono obbligatori