Bando Ripresa Sicilia

Bando Ripresa Sicilia, 36 milioni per la competitività delle imprese siciliane

La Regione Siciliana ha introdotto la nuova misura denominata “Bando Ripresa Sicilia – 1.3.1 Sostegno alla competitività delle imprese siciliane”, con lo scopo di rafforzare la competitività del sistema imprenditoriale siciliano, attraverso la concessione di agevolazioni sotto forma di contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso agevolato. La dotazione finanziaria ammonta a 36 milioni di euro. 
Le domande andranno presentate esclusivamente online attraverso la piattaforma dedicata a partire dalle ore 12 del 5 aprile 2023 fino alle ore 12 del 27 aprile 2023.

Bando Ripresa Sicilia 2023

Il bando Ripresa Sicilia 2023 prevede uno sostengo alla competitività delle imprese siciliane, attraverso la concessione di un contributo a fondo perduto ed un finanziamento a tasso agevolato, per la realizzazione di investimenti mirati a rafforzare la competitività del sistema imprenditoriale siciliano, sostenere la crescita e l’innovazione, agevolare i processi di trasferimento tecnologico, sostenere ricerca e sviluppo, favorendo al tempo stesso processi di riconversione e riqualificazione di siti produttivi.

L’incentivo si snoda attraverso un finanziamento a tasso zero – della durata massima di 12 anni – e un contributo a fondo perduto, il quale può arrivare fino al 75% dell’investimento per programmi di spesa.

L’agevolazione sarà erogata attraverso un’anticipazione che potrà raggiungere il 40% del finanziamento concesso, previa presentazione di polizza fideiussoria. I successivi stati di avanzamento lavori (al massimo tre) saranno pari ad almeno il 25% più un’erogazione finale.

L’entità dell’investimento dovrà avere un importo minimo di 400.000,00 € fino ad arrivare ad un massimo di 5.000.000 €.

A chi si rivolge

I soggetti ammessi a partecipare al bando sono le Pmi siciliane, in forma singolao associata.

Requisiti per l’accesso:

  • Essere Pmi (ad eccezione delle microimprese);
  • Essere iscritte al Registro delle Imprese, attive, con sede legale e/o operativa in Sicilia e con almeno due bilanci approvati;
  • Trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non essere sottoposti a procedure concorsuali;
  • Essere in regola con la normativa antimafia.

Sono esclusi i settori dell’agricoltura, della silvicoltura, della pesca, della fornitura di energia elettrica e gas, vapore ed aria condizionata, le attività di servizi di alloggio e ristorazione e le attività finanziarie ed assicurative. Limitazioni si hanno, invece, per i settori dell’estrazione di minerali, dell’attività manufatturiere, del trasporto e magazzinaggio e delle attività professionali, scientifiche e tecniche.

Programmi di spesa agevolabili

I programmi ammessi a partecipare al bando devono riguardare:

  • La realizzazione di una nuova unità produttiva;
  • L’ampliamento della capacità produttiva di un’unità esistente;
  • La diversificazione della produzione di un’unità produttiva esistente per la creazione di nuovi prodotti;
  • La ristrutturazione di un’unità produttiva esistente per introdurre innovazioni nel processo di produzione e per migliorare il livello di efficienza.

Spese ammissibili

Le spese ammesse al bando sono così ripartite:

  • Progettazione e direzione lavori (nel limite del 6% delle opere murarie);
  • Opere murarie e costi di ristrutturazione (nel limite del 30%);
  • Acquisto di macchinari, impianti e attrezzature necessarie al ciclo produttivo dell’impresa;
  • Spese per la formazione specialistica del personale (nella misura massina del 20% del programma di spesa), necessaria per l’introduzione di nuovi beni materiali e software;
  • Acquisto di software, brevetti e licenze, soluzioni tecnologiche, necessari alle esigenze produttive e gestionali;
  • Ricerca industriale e sviluppo sperimentale;
  • Consulenza specialistica in materia di innovazione;
  • Programmi di internazionalizzazione, marketing ed e-business.
Modalità di presentazione della domanda

Le domande dovranno essere inviate esclusivamente attraverso la piattaforma dedicata per via telematica. Andranno allegati anche il programma di spesa e la lettera di interesse per un eventuale finanziamento bancario. La valutazione avverrà in ordine cronologico di arrivo, entro 90 giorni dalla data di presentazione, a cui seguirà un iter di valutazione per verificare la sussistenza dei requisiti ed un esame di merito attraverso un colloquio, durante il quale verranno approfonditi gli aspetti del programma di spesa.

La data di avvio di presentazione delle domande va dalle ore 12 del 5 aprile 2023 alle ore 12 del 27 aprile 2023.

A cura di Piero Midiri

VUOI SAPERE DI PIÙ?

FISSA UNA CONSULENZA GRATUITA CON UNO DEI NOSTRI SPECIALISTI

OPPURE CONTATTACI SU WHATSAPP +39 391 486 6815 O INVIA UNA MAIL A CONTATTI@RANSOMTAX.IT

PRENOTA UNA CONSULENZA GRATUITA

X